Il fotovoltaico è una delle tecnologie rinnovabili per la produzione di energia elettrica che più si sono sviluppate negli ultimi anni. Ormai in Italia ha superato l’idroelettrico come fonte rinnovabile con la maggiore potenza installata.

Solare fotovoltaico

Come funziona un impianto fotovoltaico?

A differenza di praticamente tutte le altre fonti di produzione, il fotovoltaico non fa una conversione di energia meccanica. Sfrutta invece la proprietà di alcuni materiali di generare una differenza di potenziale elettrico se colpiti dalla luce solare. Questo fenomeno è chiamato proprio effetto fotovoltaico.

Effetto Fotovoltaico

Materiali come il silicio, detti semiconduttori, sono stati quindi utilizzati per costruire le celle fotovoltaiche alla base di questi impianti. Queste vengono collegate tra loro a formare un circuito per poi immettere l’energia prodotta in rete. Tuttavia, la corrente prodotta è di tipo continuo, mentre quella utilizzata nelle nostre case è alternata. Perciò si utilizzano degli inverter che hanno lo scopo di convertire la corrente da continua ad alternata prima di farla entrare nella rete.

Si tratta di una tecnologia estremamente scalabile. Viene utilizzata indifferentemente per i piccoli impianti di autoconsumo sui tetti di molte case, come per gli enormi parchi fotovoltaici che sempre più spesso si vedono nelle nostre campagne. Questi ultimi a loro volta possono essere fissi oppure a inseguimento. In questo caso le celle fotovoltaiche, invece di essere posizionate su montanti fissi, sono poste su strutture mobili che orientano il pannello nella direzione ottimale per l’insolazione durante la giornata.